Home News Lavoro Assistenti amministrativi Ata incarico di Dsga

Assistenti amministrativi Ata incarico di Dsga

di Vincenzo Cangiano
scegliere la foto migliore per il profilo di linkedin

Alcuni Uffici scolastici hanno deciso di permettere di presentare le domanda per gli assistenti amministrativi ATA interessati a coprire un incarico di DSGA anche per l’anno scolastico 2021/22.

Molti posti infatti sono ancora vacanti nelle scuole, dopo i pensionamenti e le operazioni di mobilità, in alcune province quindi, rimangono ancora posti di DSGA da ricoprire.

Viene quindi attivata la procedura prevista dal CCNI delle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed A.T.A. per il triennio 2019-2022, sottoscritta in data 08/07/2020 e dai Contratti regionali concernenti le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie per l’anno scolastico 2021/22.

Alla fine delle procedure ordinarie di nomina per il ruolo di Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi, infatti, in alcune scuole e province sono risultate ancora dei posti vacanti. Per questo gli Uffici scolastici provinciali  hanno aperto, in accordo con gli Uffici scolastici regionali e le organizzazioni sindacali di categoria, gli interpelli per reclutare il personale da assumere ricorrendo agli assistenti amministrativi ATA disponibili a ricoprire l’incarico di DSGA come facenti funzione.

La procedura di interpello è attivata in ottemperanza a quanto previsto dal CCNI 2019/2022 concernente le utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA sottoscritto in data 8 luglio 2020 e dalle intese regionali su utilizzazioni e assegnazioni provvisorie per l’anno scolastico 2021/22. In base a quanto disposto dai provvedimenti, esaurite le graduatorie della provincia degli assistenti amministrativi, si possono interpellare assistenti amministrativi e DSGA di ruolo di tutte le province, per verificarne chi sia disposto a ricoprire l’incarico di Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi nella provincia richiedente.

Va specificato che gli interpelli sono riservati al personale assunto a tempo indeterminato.

Articoli Correlati