Home News Lavoro Arriva la proroga per le cartelle esattoriali

Arriva la proroga per le cartelle esattoriali

di Vincenzo Cangiano
Naspi, come richiedere all’Inps indennità di 2.400 euro

In questo articolo vi daremo tutte le informazioni sulla proroga delle cartelle esattoriali in vigore al 31 agosto 2021 e ultime notizie su pace fiscale, pignoramenti, tari e nuove scadenze fiscali.

Il Governo ha varato il Decreto Lavoro con il quale ha deciso di confermare la proroga della scadenza delle cartelle esattoriali al 31 agosto 2021. Ma attenzione ci sono altre agevolazioni e novità.

Proroga cartelle esattoriali

Per aiutare le famiglie in difficoltà in questo periodo di emergenza Covid è stato confermato il rinvio della scadenza delle cartelle esattoriali e degli avvisi esecutivi previsti dalla legge (quali procedure di riscossione, cautelari ed esecutive). L’Agenzia delle Entrate – Riscossione (AdER) non potrà inviare nuove notifiche fino al 31 agosto 2021 con successiva possibilità di rateizzare i pagamenti. La decisione vale anche per le entrate tributarie.

Sospensione e pignoramenti

Il Governo ha anche deciso di sospendere fino al 31 agosto 2021 gli obblighi derivanti dai pignoramenti presso terzi effettuati prima della data di entrata in vigore del Decreto Rilancio, ovvero il 19 maggio 2020, su stipendi, salari, altre indennità relative al rapporto di lavoro o impiego. Lo stop vale anche per i pignoramenti su pensioni e trattamenti assimilati, ciò anche in presenza di assegnazione già disposta dal giudice dell’esecuzione.

Le scadenze prorogate al 31 agosto

  • cartelle esattoriali;
  • avvisi di addebito;
  • avvisi di accertamento affidati all’AdER.

Resta sospesa fino al 31 agosto 2021 la verifica preventiva relativa ai pagamenti superiori a 5.000 euro riconosciuti dalle Pubbliche Amministrazioni e dalle società a prevalente partecipazione pubblica, ai sensi dell’art. 48 bis del Decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 602.

Nessuna proroga per le scadenze della pace fiscale

Il decreto-legge 30 giugno 2021, n.99 modifica quanto previsto nell’articolo 68, comma 1, del Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18, ovvero solo la sospensione delle attività ordinarie della riscossione. Per quanto concerne i pagamenti della pace fiscale, non cambiano le scadenze della Rottamazione ter e del saldo e stralcio delle cartelle, previste nel Decreto Legge 23 ottobre 2018, n.119, poi prorogate e modificate con il Decreto Crescita (convertito in Legge 28 giugno 2019, n. 58) e il Decreto Sostegni.

Scadenze al 31 luglio

  • le rate della rottamazione ter in scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio, il 30 novembre 2020;
  • tutte le rate del saldo e stralcio in scadenza il 31 marzo e il 31 luglio 2020.

Se la scadenza del 31 luglio 2021 cade di sabato il pagamento slitterà a lunedì 2 agosto 2021. Considerando anche i 5 giorni di tolleranza per i pagamenti della pace fiscale, i versamenti dovranno essere eseguiti entro il 9 agosto 2021. Ricordiamo inoltre che le rate in scadenza nel 2021 sono state prorogate al 30 novembre 2021.

Differimento tariffe Tari per i comuni

E’ un intervento deciso per andare incontro alle esigenze degli Enti Locali. La nuova scadenza è il 31 luglio 2021: è questo il termine differito entro il quale i Comuni devono approvare le tariffe e i regolamenti della Tari. In precedenza, il termine fissato era il 30 giugno 2021.

Per maggiori informazioni

Gli sportelli di Agenzia delle Entrate-Riscossione presenti sul territorio nazionale, sono aperti dal lunedì al venerdì, con orario dalle 8.15 alle 13.15. L’ingresso è consentito solo con appuntamento. È possibile fissare un appuntamento tramite il servizio ‘Trova lo sportello e prenota’, disponibile senza necessità di pin e password.

Articoli Correlati