Concorso per 200 Prefetti: Come candidarsi

18
comune di marcellina concorsi

Il concorso pubblico è stato pubblicato dal Ministero dell’Interno, per titoli ed esami, finalizzato alla selezione di 200 prefetti  per l’accesso alla qualifica iniziale della carriera prefettizia.

Il Ministero dell’Interno ha indetto un concorso pubblico per assumere 200 prefetti . Per candidarsi è necessario essere laureati anche senza esperienza. E’ possibile inviare la domanda entro il 19 Dicembre 2019.

Ministero dell’Interno – concorso prefetti

Il concorso pubblico è stato indetto per l’assunzione di 200 prefetti da inserire in Prefetture con sede in tutta Italia. Le Prefetture – Uffici territoriali del Governo di prima assegnazione verranno individuate in relazione ai posti di funzione che saranno disponibili alla conclusione del corso di formazione iniziale.

E’ importante sapere che il 10% dei posti è riservato ai dipendenti dell’Amministrazione civile dell’interno inquadrati nell’Area funzionale terza (ex area funzionale C) in possesso di una delle lauree indicate nel bando e con almeno due anni di effettivo servizio.

Requisiti richiesti

  • cittadinanza italiana;
  • età non superiore a 35 anni (il limite viene elevato per alcune categorie previste dal bando);
  • possesso delle qualità morali e di condotta richieste per l’impiego pubblico;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
  • godimento dei diritti politici;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;
  • non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale;
  • non avere a proprio carico condanne penali;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione

Titoli di studio da presentare

  • LMG/01 giurisprudenza;
  • LM-62 scienze della politica;
  • LM-52 relazioni internazionali;
  • LM-63 scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • LM-56 scienze dell’economia;
  • LM-77 scienze economico-aziendali;
  • LM-88 sociologia e ricerca sociale;
  • LM-87 servizio sociale e politiche sociali;
  • LM-90 studi europei;
  • LM-84 scienze storiche.

Laurea specialistica appartenente ad una delle seguenti classi:

  • 22/S giurisprudenza;
  • 102/S teoria e tecniche della normazione e dell’informazione giuridica;
  • 70/S scienze della politica;
  • 60/S relazioni internazionali;
  • 71/S scienze delle pubbliche amministrazioni;
  • 64/S scienze dell’economia;
  • 84/S scienze economico-aziendali;
  • 89/S sociologia;
  • 57/S programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali;
  • 94/S storia contemporanea;
  • 99/S studi europei.

Diploma di laurea in:

  • giurisprudenza;
  • scienze politiche;
  • scienze dell’amministrazione;
  • economia e commercio;
  • economia politica;
  • economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali;
  • sociologia;
  • storia.

Come avviene la selezione

La selezione si svolgerà con una prova preselettiva decentrate per circoscrizioni territoriali.

In primis si svolgerà la valutazione dei titoli e le prove scritte:

nello svolgimento di tre elaborati su diritto amministrativo e/o diritto costituzionale; diritto civile; storia contemporanea e della pubblica amministrazione italiana;

nella risoluzione di un caso in ambito giuridico-amministrativo o gestionaleorganizzativo, al fine di verificare l’attitudine del candidato all’analisi ed alla soluzione di problemi inerenti alle funzioni dirigenziali;

nella traduzione, con l’uso del vocabolario, di un testo o nella risposta ad un quesito

nella lingua inglese o francese scelta dal candidato.

Come candidarsi

Inviare la domanda di partecipazione al concorso entro il 19 Dicembre 2019, esclusivamente per via telematica collegandosi sul sito del Ministero www.interno.gov.it

Nella domanda di ammissione i candidati dovranno indicare l’avvenuto versamento della tassa di concorso di 10,00 Euro.

Le graduatorie saranno pubblicate sul sito del Ministero www.interno.gov.it nella sezione ‘Amministrazione Trasparente > Bandi di Concorso.