Home News Lavoro Credito d’Imposta Formazione 4.0: opportunità di crescita

Credito d’Imposta Formazione 4.0: opportunità di crescita

di Vincenzo Cangiano
bonus baby sitter inps

In questo periodo così difficile, il Credito d’Imposta Formazione 4.0 rappresenta il miglior modo per una rapida ripartenza.

E’, infatti, uno degli incentivi finanziari introdotti dal Governo Italiano tramite il Piano Nazionale Transizione 4.0; un progetto di lungo periodo concepito allo scopo di sostenere il comparto aziendale nel passaggio alla Quarta Rivoluzione Industriale.

Nella presente, breve, esplicazione risponderemo alle domande più comuni, in merito all’argomento.

Cos’è il Credito d’Imposta Formazione 4.0? 

E’ uno sgravio fiscale che può arrivare fino ad un massimo del 50% delle spese sostenute, per formare il personale aziendale nelle cosiddette tecnologie abilitanti.  Grazie a queste nuove conoscenze, i dipendenti saranno in grado di utilizzare tutta una serie di strumenti tecnologici legati al mondo di internet.

Quando scade il credito?

La scadenza della misura è prevista per il 31 dicembre 2022.

Quali società possono aderire?

Tutte le società e le imprese che operano e risiedono sul territorio italiano;

  • le imprese e le società estere, con attività organizzative concernenti l’Italia;
  • le società non commerciali residenti, con esercizi commerciali rilevanti per il reddito d’impresa.

Come si ottiene il Credito d’imposta Formazione 4.0?

Il Credito si ottiene sotto forma di compensazione, inviando all’Agenzia delle Entrate i modelli F24, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese ammissibili.

L’ammontare del credito e le informazioni riguardanti i dipendenti formati e il numero di ore di formazione, devono essere segnalate nella dichiarazione dei redditi.

Maggiori informazioni sul credito d’imposta

Di seguito. maggiori informazioni sul credito d’imposta pari al:

  • 50% per le piccole imprese (per un massimo di 300.000 euro);
  • 40% per le medie imprese (per un massimo di 250.000 euro);
  • 30% per le grandi imprese (fino ad un massimo di 250.000 euro).

Il credito arriva al 60% delle spese sostenute se la formazione riguarda dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati (come indicato nel decreto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 17 ottobre 2017).

Articoli Correlati