Home News Lavoro Finanziamenti agevolati per imprese e start up. Come richiederli

Finanziamenti agevolati per imprese e start up. Come richiederli

di Vincenzo Cangiano
come affrontare il colloquio di lavoro

Il governo ha stanziato contributi a fondo perduto, finanziamenti a tasso zero o agevolato per l’imprenditoria femminile. Vediamo i requisiti e come richiederli.

Per l’imprenditoria femminile il governo ha messo in campo contributi a fondo perduto soprattutto per nuove imprese e le start up. Il fondo è stato istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico, previsto dalla legge di Bilancio 2021.

A chi sono rivolti i contributi?

I contributi a fondo perduto sono rivolti per sostenere le attività delle imprese femminili. Un contributo anche per promuovere iniziative legate alla propria attività. Saranno favoriti i programmi di formazione e orientamento verso materie e professioni in cui la presenza femminile è meno diffusa.

Saranno messi a disposizione vari contributi a fondo perduto quindi si dovrà scegliere quello più indicato per avviare imprese femminili, soprattutto imprese individuali e attività libero professionali in generale. Saranno più agevolate donne inoccupate che si apprestano ad avviare una piccola impresa.

Come funziona

I finanziamenti sono a tasso zero o agevolati ma sono previsti contributi a fondo perduto e finanziamenti per avviare e sostenere le attività di imprenditoria femminile.

  • incentivi per le imprese che hanno almeno 36 mesi di attività.
  • contribuiti a fondo perduto fino a un massimo dell’80% della media del circolante degli ultimi 3 esercizi.
  • percorsi formativi e di assistenza non solo gestionale ma anche di comunicazione e di marketing utili all’impresa ed interventi culturali.

Come richiederlo

Per richiedere il contributo è necessario attendere 60 giorni dall’entrata in vigore della legge di Bilancio 2021 per conoscere nel dettaglio le misure e le modalità di adesione.

Articoli Correlati