Home News Lavoro Interporto Bologna: 800 assunzioni nella Logistica. Come candidarsi

Interporto Bologna: 800 assunzioni nella Logistica. Come candidarsi

di Vincenzo Cangiano
bonus imprese regione campania come inviare la domanda

Nuove opportunità di lavoro a Bologna nel settore della logistica con la realizzazione di nuovi impianti nell’Interporto. Ecco tutte le informazioni e come candidarsi alle selezioni.

Ci saranno tante nuove assunzioni a Bologna grazie alla realizzazione di nuovi impianti dell’Interporto. Infatti il progetto sarà possibile grazie ad un accordo di programma per la costruzione di 5 hub logistici che richiederà l’assunzione di circa 800 risorse.

Offerte di lavoro Bologna

Il Comune di Castel San Pietro Terme ha diffuso una nota relativa all’accordo di programma per la realizzazione a breve di 5 hub logistici nell’area di Bologna con le 800 assunzioni previste a coprire i ruoli da inserire negli hub. I nuovi assunti dovranno ricoprire i settori di green logistica sul territorio dei Comuni di Castel San Pietro Terme e di Castel Guelfo, e il Circondario imolese. I nuovi impianti si aggiungeranno al grande hub metropolitano di San Carlo, che ospita già le sedi logistiche di Despar, Decathlon e Ford Arcese.

Nella nota è riportato che l’accordo, dal valore di oltre 7 milioni di euro di spese per le opere, vede coinvolte nei lavori le società Fap Investiment e Irgen Re Group. Oltre alla realizzazione di nuovi hub sono previsti lavori urbani in tutta la zona.

Interporto di Bologna

L’interporto di Bologna è una struttura di scambio per trasporti intermodali, tipicamente strada-rotaia che sorge nel territorio di Bentivoglio. L’interporto è fornito di una stazione ferroviaria da dove, dopo le opportune manovre di carico dei container dagli autocarri sugli appositi carri ferroviari portacontainer i treni vengono inviati nelle diverse direzioni. I treni partono così nella forma di treno completo e non sono soggetti a manovre intermedie fra le stazioni di partenza e di arrivo. I tempi di consegna delle merci sono quindi ridotti al minimo.

Viceversa, lo scarico dei container dai carri ferroviari e il relativo carico su autocarri permette una veloce distribuzione delle merci a distanza relativamente contenute nell’hinterland locale.

Il collegamento autostradale è assicurato dal casello “Bologna Interporto” sull’Autostrada A13, Bologna-Padova e dalla strada Provinciale 44 “Galliera”.

Il collegamento ferroviario avviene tramite le due stazioni R.F.I. di San Giorgio di Piano (disabilitata e telecomandata dalla stazione San Pietro in Casale) per arrivi e partenze lato Padova; il collegamento verso sud è dato dalla stazione R.F.I. di Castelmaggiore che da qualche anno, con il quadruplicamento della tratta Bologna Corticella-Castelmaggiore, smista anche i treni nella linea di Cintura da dove possono essere diretti in tutte le linee afferenti Bologna

L’interporto di Bologna presenta una superficie di circa 3.000.000 di metri quadrati. 650.000 metri quadrati sono utilizzati per gli impianti di Trenitalia S.p.a. Sono previsti allargamenti per un’area complessiva di altri 1.100.000 circa.

Oltre agli uffici delle imprese di trasporto nazionali ed internazionali sono disponibili: dogana, magazzini generali, una stazione di servizio per carburante e lavaggio autocarri, ufficio postale, ristorazione self service e bar. Di un certo interesse il completo cablaggio con fibre ottiche e la curiosità dell’installazione di una webcam che mostra l’ingresso stradale.

Come candidarsi

Gli interessati alle 800 assunzioni in provincia di Bologna devono attendere l’avvio delle selezioni del personale da impiegare nella realizzazione e gestione operativa dei nuovi impianti logistici.

Vi aggiorneremo con nuovi dettagli in merito a questa offerta di lavoro.

Articoli Correlati