Scopriamo gli sbocchi di un laureato in Ingegneria

8
bonus imprese regione campania come inviare la domanda

Diventare un ingegnere è un traguardo di elevato spessore, grazie a una formazione universitaria basata su tre materie basilari come matematica, fisica e chimica. La laurea in Ingegneria presenta vari piani di studio e specializzazioni diverse, come quelle elencate:

  • Ingegneria civile
  • Ingegneria industriale
  • Ingegneria aerospaziale
  • Ingegneria gestionale
  • Ingegneria biomedica
  • Ingegneria chimica
  • Ingegneria dell’informazione

Gli sbocchi occupazionali per un qualunque ingegnere nella società odierna sono immediati, perché c’è sempre carenza di questo genere di professionisti, e determinati lavori potranno essere svolti solamente da un ingegnere, quindi si parla di una figura lavorativa insostituibile.

Struttura del corso di laurea in Ingegneria e passi successivi

Il corso di laurea in Ingegneria innanzitutto, è quasi sempre a ciclo chiuso e non tutti potranno iscriversi, se non prima di aver superato in modo positivo i test di ingresso. La laurea in Ingegneria potrà terminare anche con la cosiddetta laurea triennale della durata di tre anni, oppure concludendo tutto il ciclo universitario, con la laurea specialistica o magistrale e studiare quindi, ulteriori due anni da aggiungere ai primi tre.

Chi riuscirà a concludere il piano di studi in Ingegneria, dovrà successivamente superare l’esame di Stato, per essere abilitato ad esercitare la professione di Ingegnere, e iscriversi all’Albo degli Ingegneri, composto da due sezioni:

  • Nella sezione A apparterranno gli Ingegneri che avranno conseguito la laurea magistrale e ha superato positivamente l’esami di Stato
  • Nella sezione B apparterranno gli Ingegneri che avranno conseguito la laurea triennale

Un percorso di studi lungo ed estenuante perché il ruolo di un Ingegnere, all’interno della società civile è di fondamentale importanza, che abbia le dovute competenze professionali, e che sia preparato in modo impeccabile.

Materie da studiare nei vari piani di studio per la laurea in Ingegneria

Ogni piano di studio sarà composto da materie specifiche, in modo tale da specializzare il futuro Ingegnere in quel determinato ramo. L’Ingegnere biomedico studierà prevalentemente materie come chimica organica, biologia, fisiologia ed economia e gestione dei sistemi sanitari.

L’Ingegnere civile studierà materie come scienza e tecnica delle costruzioni, cartografia, topografia e idraulica, mentre un Ingegnere gestionale studierà materie come statistica, teoria dei sistemi e calcolo delle probabilità.

studiare ingegneria conviene

L’Ingegnere aerospaziale studierà materie come la scienza dei materiali e l’informatica. In pratica, la laurea in Ingegneria si basa come già accennato, su tre materie basilari: la matematica, la chimica e la fisica. Un Ingegnere iscritto all’Albo degli Ingegneri, che tra le altre cose è curato dagli Ordini Provinciali, dovrà possedere quelle caratteristiche utili affinché, dia un valido contributo professionale, nel campo in cui verrà chiamato ad operare.

Principali Atenei in Italia di Ingegneria

In Italia i principali Atenei in cui sarà possibile provare il test d’ingresso, per poi iscriversi alla facoltà di Ingegneria sono:

  • Milano
  • Torino
  • Bologna
  • Trento
  • Bergamo
  • Modena e Reggio Emilia
  • Bolzano
  • Padova

Ci sono altresì i corsi di laurea telematici riconosciuti dal Miur, praticati dall’università eCampus, Niccolò Cusano, Uninettuno, Unimarconi e Pegaso. La preparazione non potrà essere propriamente tale e quale a quella di un’università fisica ma, la formazione sarà certamente all’avanguardia ugualmente, appunto perché riconosciute a livello nazionale.