Home News Lavoro Naspi, come richiedere all’Inps indennità di 2.400 euro

Naspi, come richiedere all’Inps indennità di 2.400 euro

di Vincenzo Cangiano
Naspi, come richiedere all’Inps indennità di 2.400 euro

L’INPS, con la nota n. 1275 del 25 marzo, fornisce le prime indicazioni in merito alle misure di sostegno, introdotte dal Decreto n.41/2021 (Decreto Sostegni). Nel frattempo sono state messe in campo nuove misure per aiutare i cittadini in difficoltà con l’indennità di 2.400 euro erogata dall’Inps. Ecco le indicazioni.

Il Decreto Sostegni prevede un’indennità pari a 2.400 euro per i lavoratori stagionali. Tali lavoratori, che hanno già fruito dell’indennità di cui al D.L. n.137/2020, non dovranno presentare alcuna domanda.

Indennità stagionali

Per l’indennità una tantum prevista per i lavoratori stagionali, questi ultimi non dovranno presentare alcuna domanda. L’INPS provvederà all’erogazione dell’indennità con le modalità dagli stessi indicate per il pagamento di quelle già erogate.

Indennità per lavoratori del settore turismo e spettacolo

Per i lavoratori del settore turismo e spettacolo è prevista l’indennità. Tra i requisiti è necessario aver maturato 30 giornate di contributi, ma ha aumentato a 75.000 euro la soglia da non superare per accedere all’indennità.

I lavoratori potenziali destinatari dell’indennità, dovranno presentare domanda all’INPS, entro il 30 aprile 2021, in via esclusivamente telematica.

Naspi

Per quanto riguarda la semplificazione per l’accesso alla NASPI, il Decreto ha introdotto novità nei requisiti. Ovvero, ha previsto che per le indennità concesse dal 23/3/21 fino al 31/12/2021 non si applica il requisito delle 30 giornate lavorative negli ultimi 12 mesi. Dodici mesi, prima della cessazione del rapporto. Quindi fino al 31/12/2021 si potrà accedere alla NASPI, con questi requisiti:

– lo stato di disoccupazione involontario;

– 13 settimane di contribuzione nei 4 anni precedenti l’inizio della disoccupazione.

Articoli Correlati