Reddito di Cittadinanza: ecco come richiederlo e calcolare la fascia ISEE

25
come richiedere il reddito di cittadinanza

Per richiedere il Reddito di Cittadinanza è indispensabile presentare anche la certificazione ISEE. Vediamo come procedere per la richiesta e la documentazione.

L’ISEE  è l’Indicatore di Situazione Economica Equivalente, è una certificazione rilasciata dal Caf per stabilire  la situazione economica personale e delle famiglie calcolando il reddito in base al patrimonio e al numero delle persone che compongono il nucleo familiare.

Per richiedere il Reddito di Cittadinanza è indispensabile presentare anche la certificazione ISEE. Vediamo come procedere per la richiesta, i documenti da presentare e come si calcola l’ISEE per il Reddito di Cittadinanza.

 Le varie tipologie di ISEE

Oggi la certificazione ISEE viene rilasciata in base alle esigenze individuali e familiari. Per ogni richiesta è necessario presentare un ISEE diverso e specifico per usufruire della prestazione o del servizio. In genere viene rilasciato un ISEE ordinario. Nel caso di iscrizioni universitarie, per ticket sanitario o altre prestazioni, viene richiesto un ISEE specifico.

L’ISEE viene rilasciato dall’Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS) oppure dai CAF autorizzati e riporta il reddito dell’anno precedente.

L’ISEE per richiedere il Reddito di Cittadinanza

Tra i requisiti per ottenere il Reddito di Cittadinanza viene richiesto l’ISEE che riporti un reddito inferiore a 9.360 euro annui.

Ecco come viene calcolato l’ISEE

L’ISEE viene calcolato riportando il reddito di tutti i componenti del nucleo familiare così come risulta dallo Stato di Famiglia, indicando proprietà ed eventuali  saldi indicato dagli estratti conto bancari richiesti appositamente.

In pratica l’ISEE dovrà riportare la somma dei redditi e del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare familiare, e il numero dei componenti del nucleo familiare, in base a una scala di equivalenza stabilita dalla legge.

Per calcolare l’ISEE si utilizza la formula ISEE = ISE / PSE, dove PSE sta per il parametro della scala di equivalenza.

Che cos’è la Scala di Equivalenza?

La scala di equivalenza indica il numero e le caratteristiche dei componenti familiari: la presenza di più di due figli a carico, o di persone con disabilità o non autosufficienti, di genitori lavoratori e figli minorenni o di un solo genitore (nuclei monogenitoriali).

Ecco i parametri della scala di equivalenza:

  • numero componenti 1 – parametro 1,00;
  • numero componenti 2 – parametro 1,57;
  • numero componenti 3 – parametro 2,04;
  • numero componenti 4 – parametro 2,46;
  • numero componenti 5 – parametro 2,85.

Ai parametri possono aggiungersi le seguenti maggiorazioni per ogni componente familiare:

  • 0,35 per ogni ulteriore componente;
  • 0,5 per ogni componente con disabilità media, grave o non autosufficiente;
  • 0,2 in caso di presenza di 3 figli, 0,35 in caso di 4 figli e 0,5 in caso di almeno 5 figli;
  • 0,2 per nuclei familiari con figli minori, elevata a 0,3 se almeno un figlio ha meno di 3 anni.
  • E’ possibile simulare il calcolo ISEE sulla piattaforma INPS

E’ possibile calcolare  l’ISEE attraverso una piattaforma messa a disposizione dell’INPS. Primo passo selezionare la tipologia di ISEE che si intende calcolare ed inserire le informazioni richieste. Compilati i campi richiesti cliccare su ‘Simula ISEE’ per visualizzare il risultato della simulazione.

Ecco come richiedere l’ISEE per il Reddito di Cittadinanza

Il primo passo è presentare la DSU, ossia la Dichiarazione Sostitutiva Unica, che va presentata:

– online, tramite il portale web INPS (area Prestazioni e Servizi > ISEE post-riforma 2015), utilizzando il PIN dispositivo, oppure una identità SPID o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS)

– all’ente che eroga la prestazione sociale agevolata;

– al Comune;

– a un CAF (Centro di Assistenza Fiscale).

La DSU ha validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo. Acquisita la Dichiarazione Sostitutiva Unica, l’INPS provvede a calcolare l’Indicatore della Situazione Economica Equivalente e rende disponibile l’attestazione ISEE entro 10 giorni dalla ricezione della DSU.

Il dichiarante può scaricare il documento attraverso il servizio online INPS, presso gli uffici predisposti oppure presso il CAF.

Se necessario è possibile aggiornare ISEE, richiedendo il c.d. ISEE corrente, ovvero riferito a un periodo di tempo ravvicinato alla richiesta della prestazione, presentando la DSU ISEE corrente.

Le modalità di determinazione e i campi di applicazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente sono disciplinati dal Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159, pubblicato sulla GU Serie Generale n.19 del 24 gennaio 2014 ed entrato in vigore il giorno 8 Febbraio 2014.