Reddito di Emergenza prorogata la scadenza: guida per la richiesta o rinnovo

9
A Padova sono aperte le iscrizioni al corso gratuito 3D Maker Designer

Il Reddito di emergenza, da richiedere all’Inps per le persone in difficoltà prevede un contributo tra 400 e 800 euro al mese.

Il c.d. decreto Agosto ha rinnovato per un altro mese la concessione del Reddito di Emergenza. Per richiederlo o rinnovarlo è necessario inviare la domanda all’Inps online, anche tramite i CAF, dal 15 settembre al 15 ottobre 2020.

Reddito di emergenza prorogato

L’articolo 23 del decreto legge 14 agosto 2020, n. 104 prorogato il Reddito di emergenza. La comunicazione è stata pubblicata dall’Inps con la circolare n. 102 (Pdf 232Kb) del 11-09-2020,

Come funziona

I beneficiari ricevono un sostegno economico, con importo minimo di 400 euro e fino ad un tetto massimo di 800 euro. La cifra dipende dalla composizione del nucleo familiare ed è valido solo per pochi mesi.

A chi è rivolto

Possono richiederlo disoccupati, persone in difficoltà, cittadini che non hanno diritto al Reddito di cittadinanza e ad altri ammortizzatori sociali introdotti dal c.d. decreto ‘Cura Italia’.

Requisiti

il richiedente deve avere residenza in Italia;

valore del reddito familiare, nel mese di maggio 2020, inferiore all’ammontare del beneficio;

valore del patrimonio mobiliare familiare, riferito al 2019, inferiore a 10.000 euro, accresciuto di 5.000 euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20.000 euro, incrementato di altri 5.000 euro se nel nucleo familiare è presente un componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza;

valore dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) inferiore a 15.000 euro;

nessun componente del nucleo familiare deve percepire o aver percepito una delle indennità di cui agli articoli 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. decreto cura Italia), convertito con modificazioni dalla legge 24 aprile 2020, n. 27;

non essere detenuti o ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica;

non essere titolari di pensione diretta o indiretta, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;

non essere titolari di un rapporto di lavoro dipendente con retribuzione lorda superiore all’importo del Rem.

I requisiti economici sono relativi al nucleo familiare individuato dalla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) ai fini dell’ISEE valida al momento della presentazione della domanda di Rem.

Il Reddito di emergenza non è compatibile con altre indennità

  • beneficiari del bonus partite iva, autonomi e lavoratori co.co.co., stagionali, settore agricolo, spettacolo, intermittenti, incaricati delle vendite a domicilio, del bonus lavoratori turismo e stabilimenti termali, del bonus decreto agosto per lavoratori stagionali e atipici, e delle indennità per lavoratori marittimi e dello sport;
  • coloro che percepiscono il bonus colf e badanti per Coronavirus;
  • percettori del Reddito di cittadinanza e della Pensione di cittadinanza;
  • titolari di pensione diretta o indiretta, ad eccezione dell’assegno ordinario di invalidità;
  • lavoratori con retribuzione lorda complessiva superiore alla soglia massima di reddito familiare per richiedere il Rem.
  • Nessun membro del nucleo familiare deve trovarsi nelle condizioni di incompatibilità.
  • Sono invece compatibili con il Rem i trattamenti assistenziali non pensionistici, quali indennità di accompagnamento, assegno di invalidità civile e assegno ordinario di invalidità (legge 222/1984).

Come inviare la domanda

La domanda deve essere inoltrata online tramite il sito web dell’Inps. In alternativa è possibile rivolgersi a Patronati e CAF che offrono supporto gratuito ai cittadini.

Per compilare e inviare la domanda online Inps occorre  autenticarsi mediante PIN Inps, identità SPID, Carta di identità elettronica (CIE) o Carta nazionale dei servizi (CNS). Dopo aver effettuato l’autenticazione al servizio, è possibile accedere al modulo domanda Reddito di emergenza. Nella stessa sezione del sito Inps sono consultabili i manuali che forniscono le indicazione per la corretta compilazione della richiesta Reddito di emergenza.

Erogazione

Per le domande presentate entro il 30 settembre l’Inps eroga la mensilità di settembre, mentre per quelle presentate entro il 15 ottobre eroga quella di ottobre.

L’Inps comunica l’esito delle domande ai richiedenti, sia in caso di accoglimento che in caso di rifiuto, mediante SMS e/o e-mail, utilizzando i dati di recapito indicati in domanda.